Zona Onirica

Namastè nella Zona Onirica

Un Luogo nascosto nei meandri della nostra coscienza...
ai confini del mondo tangibile...
dove i pensieri e le passioni sono più concreti della realtà che ci circonda.



Un Movimento Culturale & Sociale, un luogo, un modo di essere... di pensare.
Apolitico, Aconfessionale, non ha scopi di lucro neanche indiretti.
Esso focalizza l’attenzione su tre determinati obiettivi e si mobilita per conseguirli:

GURDARE...

OLTRE LA CONOSCENZA E LO SPIRITO

OLTRE LA VERITA' E LA SOLITUDINE

OLTRE LE EMOZIONI E I SOGNI


Decidi se farvi parte...

“Il simbolo perduto" il nuovo libro di Dan Brown

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

“Il simbolo perduto" il nuovo libro di Dan Brown

Messaggio Da Mik Darko il Gio Ott 22, 2009 7:03 pm

Il segreto è come si muore.
Fin dal principio dei tempi, il segreto è sempre stato come si muore.
L’iniziato, che aveva trentaquattro anni, guardò il teschio umano che teneva fra le mani come una coppa. Era pieno di vino rosso sangue.
Bevilo, si disse. Non c’è nulla di cui aver paura.
Così comincia Il simbolo perduto, nuovo romanzo di Dan Brown.

Nuova storia e nuove atmosfere per il protagonista “preferito” da Dan Brown.
Lui è Robert Langdon che ormai conosciamo bene dopo le sue corse contro il tempo ne Il Codice Da Vinci e Angeli e Demoni. Ma non sarà da meno nella storia raccontata in “Il simbolo perduto“. Langdon combatte con una misteriosa figura che vuole appropiarsi di un potete occulto.


Robert Langdon, che al cinema ha ormai assunto il volto di Tom Hanks, è pronto a misurarsi con una nuova indagine. Dalla penna di Dan Brown, uno degli scrittori più seguiti di oggi, arriva un nuovo romanzo dal titolo “Il simbolo perduto“. Una storia inquietante, misteriosa e enigmatica come sempre sono le storie di questo scrittore.

Brown si è misurato con «un’altra antica e altrettanto segreta setta» come la definisce il critico del «New Work Book Review». E’ la setta dei Massoni. Lo scenario questa volta non è nè la Parigi del Codice da Vinci nè la Roma di Angeli e Demoni. Ci si trasferisce a Washington dove Langdon arriva invitato «d’urgenza» dall’amico Peter Solomon per tenere una conferenza al Campidoglio sulle origini esoteriche della capitale americana.

Proprio questa conferenza è un pretesto per attirare Langdon in una trappola e obbligarlo ad impegnarsi nel tentativo di svelare segreti “millenari”. Il viaggio del professor Langdon tra «labirinti, oscuri templi, antichi riti iniziatici» diventerà così una vera e propria corsa contro il tempo che prenderà l’avvio dopo il ritrovamento di una mano mozzata con tanto di anello istoriato con emblemi massonici. È la mano destra di Solomon e Langdon capirà di avere poche ore per ritrovare l’amico e un’unica arma, la sua abilità nel decifrare i simboli «che i padri fondatori hanno nascosto tra le architetture della città».

Non diciamo di più… solo che il libro esce domani 23 ottobre.

____________________________________________________

Ci son più cose in Cielo e in Terra, Ångelo, che non sogni la tua filosofia.
avatar
Mik Darko
Admin

Numero di messaggi : 309
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 37

Vedi il profilo dell'utente http://www.zonaonirica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: “Il simbolo perduto" il nuovo libro di Dan Brown

Messaggio Da matrona il Lun Ott 26, 2009 9:25 pm

I love you I love you I love you mi è sempre piacioto come scrive Dan Brown
avatar
matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 31
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum