Zona Onirica

Namastè nella Zona Onirica

Un Luogo nascosto nei meandri della nostra coscienza...
ai confini del mondo tangibile...
dove i pensieri e le passioni sono più concreti della realtà che ci circonda.



Un Movimento Culturale & Sociale, un luogo, un modo di essere... di pensare.
Apolitico, Aconfessionale, non ha scopi di lucro neanche indiretti.
Esso focalizza l’attenzione su tre determinati obiettivi e si mobilita per conseguirli:

GURDARE...

OLTRE LA CONOSCENZA E LO SPIRITO

OLTRE LA VERITA' E LA SOLITUDINE

OLTRE LE EMOZIONI E I SOGNI


Decidi se farvi parte...

Simboli religiosi e noi stessi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Simboli religiosi e noi stessi

Messaggio Da matrona il Sab Nov 07, 2009 1:31 pm

In questo periodo è in atto una discussione accesissima su "togliere o meno i simboli religiosi dai luoghi pubblici".
La controversa è molto interessante perchè ci rivela un quadro molto variopinto della popolazione Eurasiatica e nel nostro caso Italiana.

Infatti, ormai in Italia si è preso per partito preso che la religione Cristiana Cattolica, sia la religione di stato, "obbligando" mentalmente la popolazione ad eseguire nella loro vita certi atteggiamenti:
- battesimo, cresima,comunione, matrimonio, funerale, ecc..;
- paura delle altre religioni e negazione del loro diritto di professare, ecc..;
- Stile di abbigliamento, di parola, di atteggiamento, ecc...;

Quindi mi sorgono delle domande...

Ora che un'autorità suprema come la Corte europea dei diritti dell'uomo, ha decretato un verdetto che obbliga gli stati a essere "laici", come reagisce la popolazione?

Come sarà lo stato Italiano, nel caso si tolgano tutti i simboli religiosi? ci sarà più tolleranza o ne accrescerà l'astio tra le religioni?

I bambini (che sono più vulnerabili a messaggi subliminali) come vedono la presenza di un qualsiasi simbolo religioso, sempre sotto i loro occhi?

Non sarebbe più giusto, invece che toglierne 1, metterli tutti?

Non sarebbe più istruttivo, pratico, spiegare a tutti i bambini, che le religioni sono tante e tutte hanno il diritto di pensiero e professione? o gli creeremmo solo più confusione a quell'età?
Non ci sarebbe più tolleranza nel futuro, se lo insegniamo ora hai nostri figli?

Fonte: http://corrieredelveneto.corriere.it

matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 30
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Simboli religiosi e noi stessi

Messaggio Da matrona il Sab Nov 07, 2009 1:49 pm

Un vero cristiano non può accettare i respingimenti dei profughi, non può accettare la discriminazione e il razzismo, non può accettare che persone innocenti siano messe in prigione e nemmeno che persone che hanno violato una legge siano ammazzate in carcere al di fuori di qualsiasi giustizia. Un vero cristiano dovrebbe opporsi sempre alle prigioni, perché Cristo perdonava i peccatori e chiedeva di porgere l’altra guancia e di rispondere al male con il bene (Matteo - 5, 38).

www.agoravox.it

matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 30
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Simboli religiosi e noi stessi

Messaggio Da Violet il Dom Nov 08, 2009 11:21 pm

Forse la Corte Europea dei diritti dell'uomo considera l'Italia molti secoli più avanti di quanto non sia. L'influenza della Chiesa fa parte di un sistema consolidato, insieme alla mafia e alla corruzione, che non sarà certo una sentenza a sradicare...
Speriamo che, almeno, faccia riflettere. Per quanto mi riguarda appoggio la laicità delle istituzioni non tanto perché non approvi la religione, quanto perché ognuno dovrebbe essere libero di seguire la propria religione, senza dare per scontato che chi è nato in Italia sia (o debba essere) cattolico.

Violet
Admin

Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 11.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://zonaonirica.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Simboli religiosi e noi stessi

Messaggio Da matrona il Lun Nov 09, 2009 1:01 am

Ma è una cosa buona che si inizi a concepire che ormai in Europa non ci siano solo i Cattolici (non ho detto Cristiani).
Ma è giusto che le nuove generazioni incomincino ad apprendere che c'è qualcos'altro oltre i loro paraocchi e para orecchie inculcate dalle generazioni precedenti (più ignoranti, nel senso che ignoravano la verità del mondo che li circondava).

Ed è ora che avvenga un cambio delle coscienze umane: da quella "debole che ha bisogno di conforto", cioè quella che è uscita disperata e demolita dalle guerre e che solo grandi leader (chiesa, stati, ecc..) sono riusciti a dargli sicurezza e protezione;
A quella della "conoscenza " o "consapevolezza di se", cioè che capisce senza la mediazione di altri (causa di eresie e caccia alle streghe), che conosce se stessa e non se ne vergogna (odio verso gli omosessuali\lesbiche\trans), che sa distinguere da sola il bene dal male (causa de scismi tra chiese, odio razziale e religioso).

Ma prendiamo in esame la struttura religiosa che è stata più colpita da questa sentenza: la chiesa Cristiana Cattolica.
Tutti quelli che si definiscono Cattolici, ormai hanno perso la parola "Cristiano", infatti tutti quelli che si sentono "offesi" e che si sentono "strappati via le loro origini", non possono definirsi più Cristiani, perché il loro messia, cioè Gesù, inneggiava alla fratellanza, al rispetto e al dialogo con tutti gli altri "esseri umani", cosa che i seguaci del Cattolicesimo non fanno.
Infatti, se in luoghi pubblici, c'è solo un simbolo religioso, chi non professa quella fede, ne viene isolato, umiliato e ammutolito...

Adesso faccio un'esempio che ho fatto con un capo gruppo di Facebook, contrario a questa sentenza, e che diceva che questa sentenza gli toglieva il diritto di professare la sua fede:
Se io fumassi una canna in casa mia, e tu mi dicessi di buttarla... ti manderei a cagare!
Se io fumassi una canna in un parco pubblico o di fronte ad una scuola elementare, e tu mi dicessi di buttarla... io lo faccio!
La differenza e la sostanza di questa sentenza, non sta nella negazione di professare una fede, ma nel dove,si professa la fede.
La sentenza non obbliga a togliere i crocefissi da casa propria o dal proprio collo(se sei cristiano), ma di toglierli nei luoghi in cui ci "vivono" tante altre genti, di razze diverse, religioni diverse, opinioni e mentalità diverse da quelle Cristiane Cattoliche...
Questa sentenza vuole rendere uguali ed eque, tutte le genti, perché non si parla solo di scuola, ma anche di municipi, aule di tribunale, università, e tutto ciò che è PUBBLICO, non privato.
Quindi questa sentenza non è neanche "razzista" verso la chiesa Cristiana Cattolica, perché un qualcosa di razzista, non può creare un qualcosa di equilibrio e parità tra gli umani.

Allora si potrebbe dire: "invece che toglierli, mettiamoli tutti!"
Sarebbe fantastico... ma ci sono problemi:
1)Ogni genitore ha diritto di insegnare la sua fede alla propria prole;
2)I bambini, almeno fino alla maggiore età (escluse persone di grande intelligenza sociale) non ci arrivano mentalmente alle controversie e alle macchinazioni celebrali che sono le religioni, è già un miracolo se non fanno discriminazione tra il compagno grasso, tra quello di provincia, quello con i capelli diversi, ecc...
3)Senza contare che ogni religione ha le sue regole, ve lo immaginate il comportamento un bambino con i genitori Cristiani, ma che a scuola osserva alcuni compagni che pregano mentre lui fa lezione, a chi non gli è venuta la gelosia di vedere un compagno che salta una lezione? o un bambino mussulmano che fa Ramadan, vedere i compagni che fanno merenda?
E poi ho preso solo degli esempi in cui io so qualcosina, ma ce ne sarebbero miliardi da fare.

Quindi l'unica è torgliere qualsiasi simbolo religioso, dai luoghi pubblici, negli stati che si dichiarano laici.

matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 30
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Simboli religiosi e noi stessi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 10:22 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum