Zona Onirica

Namastè nella Zona Onirica

Un Luogo nascosto nei meandri della nostra coscienza...
ai confini del mondo tangibile...
dove i pensieri e le passioni sono più concreti della realtà che ci circonda.



Un Movimento Culturale & Sociale, un luogo, un modo di essere... di pensare.
Apolitico, Aconfessionale, non ha scopi di lucro neanche indiretti.
Esso focalizza l’attenzione su tre determinati obiettivi e si mobilita per conseguirli:

GURDARE...

OLTRE LA CONOSCENZA E LO SPIRITO

OLTRE LA VERITA' E LA SOLITUDINE

OLTRE LE EMOZIONI E I SOGNI


Decidi se farvi parte...

Pitone

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pitone

Messaggio Da matrona il Dom Giu 20, 2010 2:16 am

Narra la mitologia greca che Pitone era un serpente mostruoso incaricato dalla madre Gea di vegliare sul santuario di Delfi, sede di un oracolo.
Negli Inni omerici - componimenti poetici risalenti al VII-VI secolo a.C. - comparve una descrizione di questa malvagia creatura: "Femmina di drago, mostro enorme, lungo e orribile, che sulla Terra commetteva infinite malefatte contro gli uomini e le loro pecore dalle lunghe zampe, perché era un flagello sanguinario".
Sebbene ritenuta imbattibile, la belva dovette soccombere all'assalto del suo più acerrimo nemico: il dio Apollo.
Latona, la madre di Apollo e Diana, era stata una delle numerose amanti di Zeus: per questo incorse nella terribile colera di Era, la moglie del re degli dei.
Quando Latona rimase incinta, Era volle sbarazzarsi della Dea, impedendole di partorire: minacciò pertanto le peggiori punizioni contro qualsiasi paese che avesse ospitato Latona e , non contenta, incaricò Pitone di uccidere la dea.
dopo una fuga disperata, Latona riusci a ripararsi a Ortigia, una minuscola isola delle Cicladi; qui mise al mondo Apollo e sua sorella Diana.
Stando alla leggenda, fu proprio Apollo a dare all'isola il nome di Delo ("la brillante", in senso letterale), facendola diventare il cuore del mondo greco.
Infuriato per come era stata trattata la madre, Apollo - dopo soli 3 giorni dalla nascita - decise di debellare Pitone: si recò al monte Parnaso, dove il mostro custodiva il santuario dell'oracolo.
Qui Apollo ebbe la meglio sul drago grazie alle sue frecce d'oro; dopo aver ucciso la belva, il dio ne rinchiuse le ceneri in un sarcofago e raggiunse volontariamente la Tessaglia, dove trascorse un anno in esilio purificandosi dell'omicidio compiuto.
Tuttavia, affinché nessuno dimenticasse la sua vitoria, Apollo stabilì a Delfi i "Giochi Pitici", che dovevano essere svolti ogni 4 anni
avatar
matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 31
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum