Zona Onirica

Namastè nella Zona Onirica

Un Luogo nascosto nei meandri della nostra coscienza...
ai confini del mondo tangibile...
dove i pensieri e le passioni sono più concreti della realtà che ci circonda.



Un Movimento Culturale & Sociale, un luogo, un modo di essere... di pensare.
Apolitico, Aconfessionale, non ha scopi di lucro neanche indiretti.
Esso focalizza l’attenzione su tre determinati obiettivi e si mobilita per conseguirli:

GURDARE...

OLTRE LA CONOSCENZA E LO SPIRITO

OLTRE LA VERITA' E LA SOLITUDINE

OLTRE LE EMOZIONI E I SOGNI


Decidi se farvi parte...

FILOSOFIA INIZIATICA OGGI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FILOSOFIA INIZIATICA OGGI

Messaggio Da matrona il Gio Ago 19, 2010 8:16 pm

La filosofia iniziatica per molti secoli ha operato con grande riservatezza, rivolgendosi a pochi ed ispirando grandi Maestri, Santi, geni.
Non rare volte, come è noto a tutti, i suoi sostenitori sono stati anche perseguitati.

Il discepolo doveva osservare nel passato un precetto fondamentale " Sapere-Volere-Osare-Tacere".
Le famose iniziazioni avvenivano nei templi o in luoghi particolari.

Nell'epoca contemporanea, la scienza iniziatica che è sempre l'insegnamento della Fratellanza Bianca Universale, con l'opera, soprattutto, di Peter Deunov e d' O. M. Aïvanhov riappare in una forma nuova con metodi nuovi (cfr. La nuova Terra) ma aderente ai Principi che hanno trovato la massima manifestazione nei Vangeli.

La filosofia iniziatica a partire dall'epoca contemporanea si rivolge esplicitamente a tutta l'umanità, utilizza un linguaggio chiaro e semplice ed offre un braccio fraterno a tutti, trasmettendo metodi e regole adatte a tutti (cfr.cap.I Lo Yoga del Sole- gli Splendori diTipheret), quale che siano le diverse caratteristiche evolutive di ciascuno, affinchè ognuno possa ritrovare la casa paterna.

Afferma O.M.Aïvanhov infatti che " Il fine di un insegnamento iniziatico è quello di insegnare agli esseri umani come ritornare verso la casa del Padre, "l'alto rifugio menzionato nel Salmo 91: "Mio rifugio e mia fortezza, mio Dio in cui confido".
Una volta giunti in quella fortezza si sentiranno al sicuro, e le forze del male non potranno più venire a sorprenderli.
Si direbbe invece che gli uomini facciano di tutto per allontanarsi da quell'alto rifugio in cui potrebbero dimorare sotto la protezione di Dio.
Vogliono vivere la loro vita allontanandosi dal Signore e trasgredendo le sue leggi.
Ebbene, ciò prova che essi dovranno ancora soffrire molto perché non vogliono entrare nella luce divina, dove sarebbero protetti.
Sì, hanno la tendenza ad allontanarsi, a disobbedire, semplicemente perché è scritto nel loro destino che debbono soffrire, mentre coloro che hanno già sofferto molto e hanno capito, fanno di tutto per ritornare presso il Padre e la Madre celesti.

Ed è altresì importante sottolineare che " Ai nostri giorni le prove dell'iniziazione, non hanno più luogo nei templi, ma nella vita. E' nella vita di tutti i giorni che si devono attraversare le prove dei quattro elementi, che sono le prove della materia. Quando l'uomo fu cacciato dal Paradiso per aver disobbedito al Signore, perse il potere che aveva sulla materia, di cui i quattro elementi sono la rappresentazione simbolica e per ritrovarlo deve imparare a dominare il corpo psichico (la terra) i sentimenti (l'acqua) i pensieri (l'aria) e dominare la forza sessuale (il fuoco).
[...]
Per secoli è stato insegnato ai cristiani che la terra è un luogo di perdizione e il corpo fisico uno strumento del diavolo; di conseguenza confidano soltanto sul Cielo e sulla salvezza della loro anima.
Quanta incomprensione!
La maggior parte di coloro che accettano queste teorie trascurano il loro corpo e finiscono per inaridirsi, per fossilizzarsi.
Immaginano di essere qualcosa di sublime restando in alto, ma un essere umano che non accetta consapevolmente la vita sulla terra non può avere alcuna vita autentica in Cielo.
L'era dell'acquario che viene ci porta un'altra filosofia.
L'acquario insegna che l'uomo deve guardare verso il Cielo, ma non per allontanarsi dalla terra.
Egli deve contemplare il Cielo per far discendere tutto ciò che è bello, luminoso, eterno.
Allora egli stesso diverrà uno specchio del Cielo, un conduttore, un giardino, un frutteto, un sole.
Perché il Paradiso deve essere soltanto in alto e qui, sulla terra, devono esserci sempre miseria, povertà e bruttezza?
No, da ora in poi tutto sarà diverso perché la bellezza scenderà sulla terra e tutto sarà raggiante: le pietre, le piante, gli animali, gli esseri umani.
"
Si è anche osservato " Oggi l'uomo vuol sapere e non solo credere...un Dio lontano dall'uomo perchè collocato nei cieli altissimi, avvolto nel mistero, dal comportamento imprevedibile ed una religione puntellata da dogmi, sono poco congeniali alla mentalità dell'uomo occidentale che lo vuole conoscere nelle dinamiche della sua manifestazione per poterlo vivere nel profondo del suo cuore"
(in "Gesù è la reiincarnazione di Abramo - Parsifal - L'età dell'Acquario).




Un ruolo importante, secondo la tradizione iziniziatica, è svolto in questa epoca dall'Arcangelo Michele.
Aïvanhov afferma "Solo l'Arcangelo Michele è in grado di vincere...con l'aiuto del suo esercito, realizzerà ciò che da secoli le moltitudini implorano dal Creatore.
Ecco perchè dobbiamo collegarci all'Arcangelo Michele, chiedergli la sua protezione e la possibilità di operare con lui per accrescere la sua vittoria.
La luce trionferà sulle tenebre: è stato predetto e così sarà.
Perchè non partecipare a quell'evento? I figli di Dio che saranno iscritti nel numero di coloro che avranno partecipato al combattimento dell'Arcangelo Michele, il Genio del Sole, questa potenza di Dio tra le più luminose, riceveranno il bacio dell'Angelo del fuoco.
Tale bacio non li brucerà ma li illuminerà!
"

Anche R.Steiner parla di era micaelica.
E' stato osservato, in questo ordine di idee, che "Il poter comunicare conoscenze spirituali sinora serbate nel mistero da varie comunità esoteriche si è reso possibile con l'avvento, quale Spirito del Tempo, dell'entità dell'arcangelo Michele, alla fine del 19° secolo, il quale per sua propria natura, porta verso l'uomo l'impulso al voler conoscere tali misteri.
Lo Spirito vuole che l'uomo.
Lo riconosca in piena coscienza e libertà.

http://www.larchetipo.com/
avatar
matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 31
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum