Zona Onirica

Namastè nella Zona Onirica

Un Luogo nascosto nei meandri della nostra coscienza...
ai confini del mondo tangibile...
dove i pensieri e le passioni sono più concreti della realtà che ci circonda.



Un Movimento Culturale & Sociale, un luogo, un modo di essere... di pensare.
Apolitico, Aconfessionale, non ha scopi di lucro neanche indiretti.
Esso focalizza l’attenzione su tre determinati obiettivi e si mobilita per conseguirli:

GURDARE...

OLTRE LA CONOSCENZA E LO SPIRITO

OLTRE LA VERITA' E LA SOLITUDINE

OLTRE LE EMOZIONI E I SOGNI


Decidi se farvi parte...

Il capello del papa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il capello del papa

Messaggio Da matrona il Dom Ott 03, 2010 11:53 am


Che cosa terrorizzava i papi di fine quattrocento? Non tanto l'avvento dell'AntiCristo, figura oramai relegata a mera leggenda capitolina, quanto piuttosto l'emergere silenzioso e terribile del papa nero, il papa alchimista. Chi mai più di un papa alchimista avrebbe potuto stravolgere dalle fondamenta le credenze religiose, etiche e morali generate da secoli di castrazione dell'unicità creativa e spirituale che vive all'interno di ogni individuo?

Il papa stava sognando....un uomo vestito di nero gli supplicava la grazia...
"No, no...figlio mio..tu non sei degno di appartenere e condividere la società dei giusti, perché non credi alle parole infallibili del papa bianco. Ti verranno chiuse le porte del successo, sequestrati i beni e gettate le chiavi della salvezza della tua anima dannata all'interno di un pozzo profondo. Il tuo tormento non avrà fine, i tuoi sensi di colpa saranno infiniti e più resistenti di una roccia, le tue lacrime non serviranno a colmare il baratro che separa la mia sapienza dalla tua ipocrisia...
Sei una pecorella nera che andrò a cercare, solo...se lo chiederai in ginocchio... ma prima devi redimerti dalle tue colpe e imbiancare il tuo mantello con giuramenti di fedeltà alle regole del gioco."

L'uomo vestito di nero rispose:
"Ma perché hai paura di me? Temi forse di perdere prestigio presso i fedeli? Che bisogno hai di interferire sulla vita degli uomini e delle donne... il libero arbitrio, la libertà di coscienza, il diritto all'autodeterminazione non sono figli di nessuna chiesa... Il cappello che indossi non ti fa onore....se tu sapessi quanto è stato lungo il processo di secolarizzazione degli istinti in coscienza civile e quindi consapevolezza morale del diritto alla dignità in quanto uomini emancipati dalla lussuria sessuale e dalla libido di possesso. Non pensi alle migliaia di anime che si sono sacrificate per una società più giusta, libera e solidale? Parli come un salvatore del mondo, quando invece il mondo ha bisogno di percorrere altre strade per salvarsi... Adesso mi riconosci? Stai tremando...si,lo so che tu sai chi ero veramente, lo sanno tutti, meno gli storici e i cardinali, ma tu sei colto, erudito, informato.. sulle vicende dello spirito e dell'anima.

Quando mi elessero mi chiamai Papa Innocenzo X .... sapevo di essere la decima incarnazione del papa nero....Innocenzo Decimo.. Cuore innocente, spirito melanconico, anima tormentata....dal sangue, dall'orrore perpetrato dalla Chiesa in nome di Cristo...Osservami negli occhi...ti sembro un orco, un essere malvagio? Sono stato un alchimista dell'anima...e sono trasfigurato nell'Opera al rosso nella comprensione della natura divina dell'essere umano...Tu non ci arriverai mai, purtroppo. Sei uno di passaggio, un papa bianco che reitera l'arroganza di portare un cappello non suo, un cappello che dovrebbe rimanere sulla testa di chi è veramente un capo spirituale....

Spero che questa visione, intrisa del sangue inferocito delle vittime dei tuoi gesti e delle tue parole, di cui dovrai render conto nella prossima e imminente vita, risvegli in te il dono della profezia. Un giorno il papa nero si riencarnerà e si chiamerà Innocenzo XI, il papa alchimista che vestirà di giallo, il colore della giusta discriminazione, dell'equanimità, della giustizia e della verità. E adesso riprendi a dormire, domani devi modificare il discorso che hai scritto per l'Università."

Il papa scese dal letto, visibilmente scosso. Come guidato da una forza misteriosa entrò nella sala della biblioteca. Sullo scrittoio c'era un libro aperto su un dipinto di Diego Velazquez. Un colpo al cuore....Innocenzo X lo scrutava severo, mentre appariva ben visibile sul cartiglio che teneva in mano, una data: 21 Dicembre 2012, e un breve corsivo:

"Innocenzo XI, l'ultimo papa alchimista, il primo di una nuova era."




Diego Velazquez, "Papa Innocenzo X"
Museo Dora Panphili, Roma

sito:http://www.equilibriarte.org/museohermetico/blog/il-cappello-del-papa
avatar
matrona
Collaboratore

Numero di messaggi : 604
Data d'iscrizione : 12.07.09
Età : 31
Località : Menzoberranzan, Forgotten Realms

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum