Zona Onirica

Namastè nella Zona Onirica

Un Luogo nascosto nei meandri della nostra coscienza...
ai confini del mondo tangibile...
dove i pensieri e le passioni sono più concreti della realtà che ci circonda.



Un Movimento Culturale & Sociale, un luogo, un modo di essere... di pensare.
Apolitico, Aconfessionale, non ha scopi di lucro neanche indiretti.
Esso focalizza l’attenzione su tre determinati obiettivi e si mobilita per conseguirli:

GURDARE...

OLTRE LA CONOSCENZA E LO SPIRITO

OLTRE LA VERITA' E LA SOLITUDINE

OLTRE LE EMOZIONI E I SOGNI


Decidi se farvi parte...

F.a.q.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

F.a.q.

Messaggio Da Violet il Mer Dic 01, 2010 6:07 pm

Qual è il significato della parola esoterismo?
Il termine esoterismo viene coniato per intendere la differenza tra le religioni “ufficiali”, con le relative allegorie, e gli insegnamenti riservati agli “Iniziati” (dal greco esoterikòs, che significa “interno”), insegnamenti che al “popolo” appaiono da sempre oscuri. Nella parte interna del Tempio si trovava infatti la sala dei Sacerdoti, degli Ierofanti, mentre all’esterno si trovava la sala riservata ai fedeli. Il termine inizia a venire usato con più frequenza nel 1800, quando il Mesmerismo e lo Spiritismo pretendevano di definirsi scienze occulte. In realtà l’esoterismo, la scienza occulta (perché di scienza e non di favole si tratta), non ha niente a che vedere con le tavole che ballano e le sedute spiritiche: è invece la scoperta graduale delle capacità innate ma sconosciute dell’uomo, da operarsi in armonia con le leggi naturali e sviluppando una forte capacità di introspezione.


Ha qualcosa a che vedere con le sette sataniche?
Già avendo a che fare col termine “setta” si esclude qualunque tipo di ricerca iniziatica: molto spesso, anzi, l’aspirante Iniziato è un solitario che si pone domande e sperimenta. Il Satanismo, inteso come lo intendiamo ai giorni nostri, non ha niente a che vedere con l’esoterismo: là dove non c’è coscienza, non c’è Ricerca. La dove c’è ignoranza, non c’è Ricerca. Là dove c’è cieca obbedienza ad ordini irrazionali e violenti, là dove non c’è giustizia, non c’è Ricerca.


Ma la stella che si vede nei riti, non è uguale a quella delle sette sataniche?
Il Pentagramma è il simbolo dell’uomo integrato: la punta rappresenta la testa; le altre punte, gli arti. Il Pentagramma delle sette sataniche è, al contrario, rovesciato, a rappresentare l’istinto bestiale che domina sulla ragione. Per questo sono simboli molto diversi, per non dire radicalmente opposti.


E’ giusto pagare per ottenere qualche tipo di “attivazione energetica” o di “istruzione iniziatica”?
In Antichità, i Maestri erano sostenuti economicamente da tutta la comunità, perché erano considerati “venerabili”. Accettavano qualcuno come loro discepolo solo dopo prove durissime e un lungo tempo di “osservazione”. Ai giorni nostri, in quei corsi che vorrebbero insegnare qualcosa, viene accettato chiunque, basta pagare: questo è in perfetta antitesi con ciò che l’esoterismo si propone. E’ perfettamente ovvio che questi “maestri” non attivano un bel niente nel giro di un week-end: si limitano semplicemente a mettere le persone al corrente di energie che già hanno in sé. Poi, ciascuno sa quanto e se è disposto a pagare per questo, ma io personalmente la reputo una presa in giro.


Gli effetti della sperimentazione sono evidenti e tangibili? Sto facendo qualcosa di sbagliato se dico al tavolo di muoversi e lui rimane fermo?
Gli effetti della sperimentazione sono molto più tangibili di quel che si creda, ma attenzione: sono graduali. Vanno di pari passo con lo sviluppo interiore dell’Operatore. Non ci si aspettino, perciò, i fuochi d’artificio facendo qualche strano tipo di incantesimo: non apparirà nessuno strano genio della lampada e nessun oggetto leviterà. Questo perché la magia segue le leggi di natura e della fisica (anche se ad un livello più sottile e a volte invisibile), e più voi comprenderete a fondo questa frase, più riuscirete nei vostri intenti.


La riuscita degli esperimenti dipende dalle leggi naturali, spirituali, o dal “potere” dell’operatore?
Fermo restando che le leggi naturali e le leggi spirituali sono le stesse (per citare Ermete, “tutto ciò che è in alto è come tutto ciò che è in basso e tutto ciò che è in basso è come tutto ciò che è in alto, per fare il miracolo di una Cosa Unica”), direi che la riuscita viene da entrambe le cose: le leggi naturali, se ben comprese, muovono le montagne…ma se l’Operatore non ci mette la sua Volontà, se l’Operatore non ci Crede, la montagna resta ferma dov’è.

Violet
avatar
Violet
Admin

Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 11.07.09

Vedi il profilo dell'utente http://zonaonirica.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum